Roana Cereali - Divisione Paulonia si occupa della fornitura, piantumazione, sviluppo, raccolta, trasformazione e vendita di prodotti semilavorati di un pregiato clone, messo a punto da We Grow GmbH, caratterizzato dalla rapida crescita, verificabile nei siti di proprietà del titolare  che, tra i primi pionieri di questa piantagione, ha provveduto alla piantumazione di diversi ettari di terreno. La Paulownia è conosciuta nell'industria del legno e del mobile come “l’alluminio del legno’’, è il 40% più leggero di qualsiasi altro tipo di essenza dura.
 

La Paulownia compare in Europa agli inizi del 1800, è un albero dal portamento maestoso, con grandi foglie cuoriformi, che a fine primavera produce fiori di colore bianco o lilla, profumatissimi. Conosciuta anche sotto il nome di “Albero della Principessa”, “Albero dell’uccello Phoenix" o "Kiri" , è un albero di essenza dura con la più veloce crescita  del mondo. Se è coltivato in condizioni corrette, il CLONE SELEZIONATO PAULOWNIA può superare un altezza di 15 metri in 3 anni, ottimo per produrre legname.

Particolarmente adatta a terreni sciolti, dal fusto del Paulownia si ricava legno di straordinaria stabilità dimensionale nonostante la bassa durezza e la notevole leggerezza, avente un punto di infiammabilità a 410°C; le sue proprietà fonoassorbenti e di isolante termico lo rendono particolarmente indicato agli usi più disparati, dall’industria del mobile a quella dell’infisso, dal packaging alla produzione di strumenti musicali, dalla nautica alla camperistica e in genere in tutti gli altri settori in cui è richiesto un legno estetico e leggero. 

Oltre alle straordinarie citate proprietà del legname, la paulownia, la cui crescita è del 30% maggiore rispetto a quella del pioppo e del salice, è particolarmente adatta anche per la produzione di biomassa. I sottoprodotti, ricavati dagli scarti di lavorazione, possono essere impiegati per produrre gas e BIOCHAR (carbone vegetale) – OTTIMO AMMENDANTE – per terreni che sono stati quasi completamente privati di carbonio a causa delle colture intensive e del disboscamento.

La Paulownia è stata riconosciuta anche come miglior assorbitore di anidride carbonica, restituendo ossigeno nell’atmosfera; è stata dichiarata pianta per il futuro dell’umanità, grazie alle sue proprietà di sviluppo e rigenerazione.